[happy][carousel][10]

Monday, 19 June 2017

InstaWeek ❤ Corsi di Grafica, Relax & GDR

10:23:00



La scorsa settimana è stata una tra le più impegnative dell'ultimo periodo, oltre che una tra le più ansiose. Sto frequentando alcuni corsi dedicati principalmente alla grafica, ma anche all'illustrazione e altre cosine che non vi dico perchè vi tengo sulle spine(ve li svelerò più avanti).



Ma l'ansia non viene dai corsi, anzi! E in realtà sto parlando di ansia positiva, cioè quella piccola parte di agitazione che sale quando sei in attesa di risposte importanti in ambito lavorativo che potrebbero cambiare davvero la tua vita. 


Ma in fondo il modo per rilassarmi lo trovo sempre, e come mi rilasso? 
Di modi che riescono a rilassarmi ce ne sono svariati, uno tra i quali il disegno, ma anche la meditazione, il suonare uno strumento musicale...Cosa ne pensate se ci facessi un video? 
Potrei dedicare la prossima puntata di Don't Worry Be Hippie proprio al relax! 



E i vostri modi per rilassarvi quali sono? 
Cosa adorate fare per dedicare del tempo a voi stessi? Spa in casa? Leggere? Scrivere?
Disegnare? Dormire? Passeggiare in montagna? Altro?




E visto che la settimana è stata così carica di tensione come potevo concluderla se non con una bella giornata di mastering?  
Il Free RPG Day si è concluso sabato a mezzanotte, anzi un bel po' dopo in realtà, e se siete curiosi di sapere cosa abbiamo combinato trovate foto e video sulla pagina ufficiale di Need Games 



Friday, 16 June 2017

La Psichiatra di Wulf Dorn | RECENSIONE

09:27:00


Torno con una nuova recensione! Vi mancavano?
Oggi voglio parlarvi di uno dei libri più belli che abbia mai letto. La mia freschissima opinione su ' La Psichiatra' appena finito di leggere.
Premettendo che ho una passione innata per gli psico-thriller devo ammetterlo, Wulf Dorn mi ha legata al testo in un modo che mai avrei immaginato. Ed è vero, nutrivo delle speranze in merito, ma non immaginavo mi avrebbe presa così tanto. 


  

Di cosa parla il libro? 
Lavorare in un ospedale psichiatrico è difficile. Ogni giorno la dottoressa Ellen Roth si scontra con un’umanità reietta, con la sofferenza più indicibile, con il buio della mente. Tuttavia, a questo caso non era preparata: la stanza numero 7 è satura di terrore, la paziente rannicchiata ai suoi piedi è stata picchiata, seviziata. È chiusa in se stessa, mugola parole senza senso. Dice che l’Uomo Nero la sta cercando. E quando il giorno dopo la paziente scompare all’ospedale senza lasciare traccia, per Ellen incomincia l’incubo.




Vi lascio alla recensione completa, in attesa di sapere se lo avete già letto, se vi è piaciuto o se non vi è piaciuto e perchè 😊


Tuesday, 13 June 2017

DIY ♥ Segnalibri fai da te con acquerelli e doodles

12:32:00
Il post di oggi è dedicato alla creazione di segnalibri unici e dai toni pastello, qualcosa di simpatico e super economico, ma soprattutto originale, perfetto anche da regalare alle amiche.
Non so se capita solo a me di perdere puntualmente i segnalibri, ma ne ho persi talmente tanti che basta, mi ero arresa decidendo di non comprarne più.
Risultato?
Segnalibri tutti dispersi in non si sa quali meandri di nonsocosa.
Reazione?
Oh, su! Me li faccio da me!

Sbirciando su pinterest vedevo sempre delle idee un sacco carine per realizzare segnalibri con gli acquerelli e dalle illustrazioni semplici.
Ehi! Proprio come piace a me!
Quindi materiali sulla scrivania e si comincia.
Per voi, in realtà anche per me, ne ho realizzati tre diversi sperando di darvi ispirazione.
Non dimenticate di farmi vedere i risultati! Condivideteli anche sulla pagina facebook! Condividiamo creatività! ♥


Thursday, 8 June 2017

Sette riti di bellezza giapponese // Recensione

09:26:00

Le donne giapponesi di solito dimostrano dieci anni in meno della loro età effettiva. Come fanno ad avere una pelle così radiosa? Certamente la genetica gioca un ruolo importante. Ma è davvero l’unica cosa che distingue noi occidentali dai freschi fiori del Sol Levante? Elodie-Joy Jaubert, grazie alla sua passione per il Giappone, è andata a scoprire il segreto di quei visi di porcellana, dall'aspetto sano e pieno e dalla carnagione liscia e soda come il 'mochi', il cremoso dolce di riso la cui consistenza richiama una pelle levigata e in salute. Le giapponesi, infatti, hanno elaborato un sistema di cure tradizionali, che si trasmette di generazione in generazione. Si tratta di un rituale quotidiano di trattamenti chiamato 'layering', un termine inglese che significa a strati, e consiste in un minuzioso ordine di gesti di bellezza e di cure specifiche, dalla pulizia alla tonificazione, dall'idratazione alla protezione e al nutrimento, da ripetere mattino e sera. Non vi preoccupate: non si tratta di trascorrere ore davanti allo specchio né di spendere in prodotti molto costosi. Questo metodo è adatto a tutti e a tutti i portafogli, e l’autrice ha scelto di presentarlo in sette facili tappe, con illustrazioni pratiche, consigliando prodotti naturali, biologici ed etici, molti dei quali potrete già trovarli nelle vostre cucine. Poiché, come dicono le giapponesi, bellezza significa soprattutto «essere in armonia con gli elementi».

Cosa ne penso?  
Valido, valido, supervalido!
Non solo perchè riesce ad immergerti in un mondo del quale non conoscevi l'esistenza, ma anche per tutte/i coloro che voglio addentrarsi nel mondo del bio. Un libro perfetto per chi è appassionato, ma anche per chi muove i primi passi verso questo mondo.
Ti segue passo dopo passo verso una cura naturale e quotidiana sia della pelle, sia dei capelli. Svelando tutti i rimedi quali oli, prodotti naturali che tutti possediamo in casa come limone, yogurt etc. e spiegando nel dettaglio ogni tipo di utilizzo.
Una delle cose che ho apprezzato molto leggendolo è scoprire man mano alcuni consigli su ricette fai da te per creare in casa prodotti come lozioni viso, maschere per capelli e chi più ne ha più ne metta.
Personalmente credo che gli oli e i vari utilizzi non siano stati trattati in modo approfondito, ma di informazioni in merito ce ne sono moltissime e se volessimo davvero imparare ogni proprietà probabilmente servirebbe un libro che tratta esclusivamente questo argomento.
'Sette riti di bellezza giapponese' l'ho letto in una giornata, e non si fa fatica perchè è scorrevole e si legge che è un piacere, ma lo utilizzo per quello che è, cioè come un manuale andandolo a spulciare tutte le volte che ne ho bisogno. Anche se avevo avuto modo di testare la tecnica del Layering giusto un anno fa, quando lo scoprii.
Per il resto vi lascio alla video recensione, ben più chiara, approfondita e per qualsiasi domanda rimango a vostra disposizione.




Dove posso acquistarlo?
http://amzn.to/2s799x8

*Sono affiliata ad Amazon, quindi quando acquisterete uno o più articoli tra questi link percepirò una commissione(massimo 12%) che amazon mi fornirà in buoni spendibili sul sito.
Buoni che saranno spesi con lo scopo di arricchire il canale, il blog etc.
Se desideri sostenermi puoi acquistando 'Sette riti di bellezza giapponese' dal link qui di sopra o quello che desideri da Amazon seguendo questo link wondervaly

Thursday, 18 May 2017

Breve storia triste: BAD HAIR DAY

08:42:00
So che il titolo del post è un po' strano, ma sono sicura che la maggior parte di voi potrà comprendere il mio disagio. Quel momento in cui capiti faccia a faccia con la verità, e con lo specchio davanti ti dici 'Ok, è un altro di quei giorni'. E no, non stiamo parlando di sindrome premestruale questa volta.
Stiamo parlando del tanto temuto, odiato, triste Bad Hair Day. Da qui, la breve storia triste.
Roba che se il Bad Hair Day casca nel Premenstrual Day entrano in combo. E basta. È la fine.

Ma cerchiamo di non scoraggiarci. Cerchiamo di pensare che oggi diciamo NO al Bad Hair Day!




Dunque arriviamo ai metodi di salvataggio chiome per donzelle in difficoltà. In realtà questa è un'accurata collezione di cose fatte in quei giorni frenetici dove per miracolo riesci a darti una spazzolata ed uscire. Una collezione di metodi accumulati in anni di disagi.

Primo
E forse uno dei metodi che amo di più, ma meglio non abusarne forse. Il cioccolato, anzi il cacao amaro per intenderci. E si, mi riferisco principalmente alle more, alle chiome scure che non ne possono di più di shampoo secchi che danneggiano i capelli e che magari ti fanno diventare bianca, letteralmente.
Basterà una spolverata di cacao amaro e stop! I vostri fluenti capelli scuri e dall'indomabile animo grasso saranno ora splendenti e profumati, si perchè questo è un metodo perfetto per chi ha i capelli grassi.

Avvertenze: Potrebbe portare dipendenza.




Secondo
Il secondo metodo è invece uno dei più veloci, andiamo di cerchietto e chi s'è vist s'è vist.
Metodo che in realtà sarebbe perfetto abbinato ad una bella coda alta, e se volete abbondare di gel potrete farlo, anche se i miei capelli sono già piatti quindi lo evito come la peste.




Terzo

Passiamo adesso alle fasce per capelli, o forse sarebbe meglio parlare di foulard. Sì, proprio quelli che si indossano in stile hippie.
Vogliamo forse farceli mancare?


Quarto
Vogliamo qualcosa di ancora più semplice?
Perchè non optare per una coda altissima, super tirata che ti tira su anche le rughe che non hai?
Perfetta no? specialmente se i capelli sono liscissimi.


Quinto

Altrimenti torniamo alla cara vecchia treccia, che non fa mai male. Perchè sta bene a grandi e piccine.  Perchè è veloce da fare, ma soprattutto se abbinata al cacao amaro i vostri capelli sembreranno appena lavati.
Ricordate il profumo. Il profumo del cioccolato. Che droga.


E questo per oggi è tutto!
Fatemi sapere se vi può interessare l'argomento, cosi che eventualmente possa pubblicare altri contenuti del genere.
Alla prossima!

WonderValy

Saturday, 13 May 2017

My Insta Week| #2

11:37:00


Il tempo vola, ed è già passato un sacco di tempo da quando ho scritto l'ultima volta.
Ebbene, come avrete potuto immaginare sono stata presissima, non solo dagli impegni, ma anche da un progetto importante che non vi ho ancora rivelato, e non posso ancora rivelavi.
Tant'è vero che ho saltato anche un paio di programmazioni sul canale. 
Eeh lo so. Sono una brutta persona, ma lo sapete anche voi quindi va bene così.
Questa settimana, più delle altre, è stata molto impegnativa. Anche se in realtà maggio è puntualmente un susseguirsi di impegni, di tempo che vola e di poco tempo libero a disposizione. 
Ho avuto modo finalmente di provare il contorno occhi speditomi da bioargania.it. E devo dire che. WOW! Il mio contorno occhi ringrazia parecchio! Visto che applicandolo mattina e sera, già dal giorno dopo ho visto dei cambiamenti. Quindi, top! Super approvato! 


Vi ho finalmente mostrato alcune delle creazioni in resina con i fiori secchi, e sto già lavorando ad un video tutorial, visto che in molti me lo avete chiesto. E presto arriverà anche il video su come essiccare i fiori, ma per quello ci vuole un po' più tempo.


Sono in una fase della mia vita in cui mi sono veramente stancata di pensare troppo, di avere paura del domani, del pensare cosa sarebbe giusto e cosa no.
E questo disegno, illustrazione, scarabocchio, sketch, chiamatelo come volete, rappresenta proprio questa fase. Quella spensierata.
Quella del voglio tentare, voglio lanciarmi a capofitto in questa cosa anche se tutto sembra contro, anche se potrei non avere le capacità, ma sapete che c'è? C'è che se qualcosa mi fa felice, la faccio. Punto e basta.


E come vi accennavo all'inizio del post, stanno andando avanti anche i progetti grafici. Ma anche se non posso mostrarvi il progettone, quello serio e importante, posso mostrarvi qualcosa di più piccino che sto comunque portando avanti. 


Piccole grafiche in stile kawaii che troverete ogni settimana, spero, sulla pagina facebook!
E proprio con questo spirito, un po' hippie, spensierato, un po' della serie 'chissene di quel che viene io sto vivendo QUI E ADESSO' vi auguro uno splendido weekend e un augurio speciale a tutte le mamme.


Follow me on INSTAGRAM

Posts

Recent

About Me

About Me
About me Facebook
She needed a hero, so that's what she became.